L' ANGOLO DOLCISSIMO

Benvenuti nel mio angolo dolcissimo costruito con tanto amore e passione. Se ti fa piacere seguirmi clicca a destra su "unisciti a questo sito" e diventerai lettore fisso del blog, oppure se vuoi ricevere le ricette via email iscrivi alla newsletter.

CUDDURA CA' GIUGGIULENA

Il termine "cuddura" deriva dal greco antico "kollura" che significa corona. Anticamente la forma a ciambella serviva a pastori e viandanti per infilarla nel bastone o nel braccio e portarla con loro. Il termine definisce anche un dolce tipico pasquale calabrese "cudduraci" (la ricetta la trovate qui ). 

La tradizione vuole che le massaie impastassero il pane la sera e facendolo lievitare tutta la notte sotto calde coperte di lana, al mattino si alzavano per preparare il forno a legna che doveva ardere per poco più di un'ora per raggiungere il calore necessario per cuocere il pane. La caratteristica di questo pane è che viene ornato in superficie di ricchi decori e semi di sesamo (giuggiulena).

E' tradizione prepararla nelle festività, ma io lo faccio spesso perchè in famiglia piace molto, soprattutto a mio nonno. Associo a questa preparazione tutti i Natali trascorsi fin'ora con i miei cari, la cuddura non è mai mancata a tavola da quando sono nata, dietro ci sono sentimenti ed emozioni che custodirò sempre nel mio cuore.



ingredienti:
500 gr farina di semola di grano duro  Il Molino Chiavazza
250-300 ml di acqua tiepida
25 gr di lievito di birra fresco
1/2 cucchiaio di sale
1/2 cucchiaio di zucchero
150 ml di olio d'oliva
semi di sesamo q.b.

Sciogliere il lievito in poca acqua tiepida, poi unirlo alla farina, allo zucchero, all'olio e amalgamare con la rimanente acqua (quanto basta per ottenere un panetto omogeneo ma appiccicoso), infine aggiungere il sale. Lasciare lievitare in un luogo caldo (io lo lascio lievitare tutta la notte, se vado di fretta 2 ore). 
Riprendere l'impasto, staccarne un pezzo e metterlo da parte per i decori, rimpastarlo e trasferirlo in una ciambelliera precedentemente oliata e infarinata, applicare i decori (io ho semplicemente fatto delle girelle).
Lasciare lievitare nuovamente fino al raddoppio del volume, 2 ore.
Spolverare tutta la superficie con i semi di sesamo e infornare nel forno a legna oppure nel forno elettrico a 200° per circa 50 minuti.





1 commento:

  1. Dire che è bellissima questa cullura è dir poco e poi deve essere buonissima, l'interno è magnifico. Brava Fedy e buona settimana.

    RispondiElimina